lunedì 24 settembre 2007

Perso tutto, ma poteva finire peggio

Ti alzi una mattina, lavori dieci minuti al pc, leggi la posta, le notizie, poi improvvisamente una schermata blu, uno scandisk e in meno di cinque minuti hai perso 4 anni di email, indirizzi, ricordi... Dici "va bene, vado a lavorare, poi stasera cerco di capire". Alle 18.00 sei ancora su uno sperone roccioso a 2300 metri e ti accorgi che non puoi andare nè avanti nè indietro, che sta diventando buio, che fa freddo. Adrenalina. Grazie a lei, per fortuna, sono qua a scrivere...era meglio se dormivo stamani come tutti gli altri.

4 commenti:

Andrea ha detto...

Ti potrei dire che è cose buona e giusta ogni tanto fare delle copie di Backup, ma penso che ormai non ce ne sia più bisogno.

Ti potrei dire che se ti perdevi in Islanda almeno li ci sarebbe stato il sole ad illuminare il sentiero ;)

Ma all'una di notte mi viene solo in mente questo "... vai a letto che è tardi, domani mi raccomando costume e asciugamano a portata di mano."

Sandro ha detto...

Paolo, ma non ti preoccupare c'è sempre una chance: puoi portarlo ad un esperto informatico che magari riesce a trovare tracce siliciche all'interno del tuo pc dal quale ricostituire tutta la memoria... nelle storie di Nathan Never succede sempre!
Oppure ci sono sempre i RIS di Parma:-)

Alessandro ha detto...

chettelodicoafa' ........

Anonimo ha detto...

...Signore...

....SIGNORE .. ! !
si proprio lei , che ci fa li al freddo . Cosa guarda .
Non e' poi cosi' alto il muro !
Sente freddo ?
Poi passa , e' tutta quella maledetta umidita' giu' da basso .


.......L' Apostata