lunedì 7 febbraio 2011

Un souvenir dall'Islanda

Un libro fotografico. Ne esistono di tutti i tipi e per tutte le tasche. Dai paesaggi, talmente ritoccati da essere assolutamente improbabili (che bisogno c'é, quando la realtà supera di gran lunga la fantasia?) ai volti scavati dei pescatori, dalle aurore boreali ai Pulcinella di Mare, dalle ammiccanti bellezze vikinghe alle cascate. Sì ma...il ricco panorama culturale islandese offre anche altro. I libri di Spessi, per esempio. Spessi è un artista che vive a Reykjavik, ma lavora in tutto il mondo. E' facile incontrarlo mentre sfreccia sulla sua Harley Davidson sui raccordi fra Kopavogur e Reykjavik 101...

Le foto di Spessi valgono poco prese una per una, ma raccolte in un volume raccontano storie fantastiche, facce della realtà che sarebbe difficile immaginare espresse a parole. Si può capire molto dell'Islanda se la si narra attraverso le immagini dei suoi distributori di benzina, di giorno e di notte, d'estate come in una gelida e fumosa notte d'inverno. Si può dire molto anche dell'umanità intera se si ha la pazienza e la libertà di osservarla attraverso i vassoi di una mensa aziendale a fine pasto. Se vai in Islanda entra in una libreria del centro di Reykjavik o di Akureyri (ne troverai di aperte anche a notte fonda) e chiedi di vedere un libro di Spessi. Quando uscirai quell'aria ti sembrerà meno estranea.
spessi.com

Nessun commento: