martedì 23 aprile 2013

L'Aurora Boreale spadroneggia sui cieli del Nord Europa





Abbiamo accennato spesso all'aurora boreale negli ultimi tre anni, da quando, cioè, il sole ha ripreso con vigore l'attività magnetica, che è all'origine di questo affascinante fenomeno.
Qui e qui, per esempio, trovate due post su questo argomento.
Mai come in questi mesi, però, le condizioni sono state tanto favorevoli. Sui siti specializzati è in corso una vera invasione di immagini dalla Norvegia, dalla Svezia, dal Canada, dalla Finlandia e dall'Islanda. L'attività magnetica del sole è ai massimi dal 2003 e la Terra si trova molto spesso sulla traiettoria di alcune CME (Coronal Mass Ejection) di notevole intensità.
Il risultato è visibile, per esempio, nelle immagini allegate realizzate rispettivamente da Hinrich Baesemann e Jónína Óskarsdóttir in Norvegia e Islanda. Per avere un'idea di ciò che sta accadendo basta eseguire, per esempio, una ricerca per immagini inserendo "northern lights 2015". Questo è il risultato.
Dai primi di agosto fino ai primi di aprile la luminosità diurna alle alte latitudini del nostro emisfero permette l'osservazione da Terra dell'aurora boreale. Inutile negare che, dopo anni di attesa infruttuosa e dopo il successo dello scorso inverno, non vediamo l'ora di essere di nuovo in Islanda con il naso all'insù. Due nostri gruppi sono previsti in Islanda per il mese di agosto 2015 con partenza rispettivamente sabato 8 e sabato 15. Viaggi dedicati espressamente all'osservazione dell'aurora boreale sono quelli di febbraio e marzo 2016.

Nessun commento: