giovedì 3 luglio 2008

Islanda 21 giugno - 3 luglio 2008

Dalle sorgenti calde di Hveravellir alla lava di Myvatn, dalla caldera innevata al deserto nero di Askja, dal cucciolo orfano di foca di Husey alla festa notturna durante la tempesta di Landmannahellir...termina oggi il primo viaggio in Islanda della stagione 2008 di 90° EST. Tante emozioni da elaborare e tante indicazioni su cui riflettere. Grazie a tutti voi che ci avete seguito in questa bella avventura. A presto. Paolo, Filippo, Ingo e Cosimo
video video video video video video video

7 commenti:

paola ha detto...

...che belle immagini!!!
che ne è stato poi del cucciolo di foca?
secondo voi riusciremo a vedere quella simpatica creaturine della pulcinella di mare?
sempre più a presto
ciao ciao Paola

Anonimo ha detto...

DIAVOLO, E' IL MOMENTO DEL SALDO E TI RENDI CONTO CHE L'AGOGNATO MOMENTO S'AVVICINA, RILEGGI L'ELECO DEL VESTIARIO E UN BRIVIDO TI PERCORRE LA SCHIENA....... COME SOLO UNO ZAINO E UN BORSONE E TUTTA LA ROBA ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE DOVE LA METTO....MA IL SACCO A PELO E' INDISPENSABILE?
E IL MATERASSINO? DEVO PORTARE ANCHE I CUSCINI?
IN AGOSCIOSA ATTESA DELLA RISPOSTA
UN CORDIALE SALUTO
AGOSTINO

Andrea ha detto...

Il cucciolo di foca è diventato uno scendi letto del pradrone della casa blu, che non è il Grande puffo.

90° EST ha detto...

Per tutti:
Il cucciolo di foca è ancora vivo, ha imparato a giocare e a ringhiare cone fanno i cani di Orn :)
Le Pulcinella di mare si vedono benissimo a Borgarfjordur Eystri. Pretendete di andarci.
Abbiamo provato: un borsone di 10 kg è più che sufficiente a contenere tutto ciò che è assolutamente necessario, fra cui il sacco a pelo.

Già che ci siamo, "camere a più letti con servizi in comune" va inteso in senso letterale: una camera doppia con servizi privati è un'altra cosa. Inoltre: "Perottamento in rifugio" non vuol dire pernottamento in albergo di montagna con camere doppie e servizi privati, ma pernottamento in rifugio. Se poi a Cortina c'è un rifugio con le camere doppie e i servizi privati bisogna sapere che altrove ci sono rifugi con camerate e servizi in comune e che in Islanda, nel deserto sabbioso più grande d'Europa, il nostro cuoco riesce a cucinare la trota al cartoccio, il salmone alla griglia, la torta allo Skyr, ma non la cotoletta alla milanese o il risotto agli asparagi. Ci scusiamo per il disagio.

Andrea ha detto...

Lo skyr ......

lo avevo dimenticato!!!

il dessert tipico Islandese....

una curiosità .. la trota cosa ha detto quando si è vista abbinare allo Skyr?

Andrea ha detto...

mi era sfuggito ....

ma avete visto le Pulcinelle?????

Anonimo ha detto...

.... in ritardo alla ironica risposta...(cotoletta alla milanese... risotto con asparagi...)

... viaggio assolutamente consigliato a tutti! (meglio se i componenti si conoscono già), ai 70enni che non hanno limiti di orari (pranzi,cene, ..) alle persone alla loro prima esperienza... (meglio se hanno già scalato il Tibet o non hanno frequentato Cortina)...

..... fatelo presente!