lunedì 21 febbraio 2011

Aurora boreale in Islanda: che sia la volta buona?



L'aurora boreale è originata dall'interazione di particelle cariche elettricamente emesse dal sole (come protoni ed elettroni) con la ionosfera terrestre, cioè con la parte più esterna della nostra atmosfera. Il campo magnetico terrestre fa sì che l'aurora boreale, ma sarebbe più corretto chiamarla aurora polare, sia visibile a latitudini molto elevate in direzione di entrambi i poli. L'Islanda è quindi punto privilegiato per l'osservazione di questo fenomeno...

L'aurora boreale è più evidente e frequente durante le tempeste magnetiche che si verificano sulla superficie del sole. Queste "tempeste" sono direttamente legate all'attività delle macchie solari, regioni della superficie solare che appaiono scure perché più fredde delle aree circostanti. Dopo anni caratterizzati da bassissima attività magnetica del sole sembra giunto il momento per una sua decisa ripresa. L'attività magnetica solare segue infatti una ciclicità di circa 11 anni. L'analisi storica dell'attività del sole induce i fisici a ritenere che stia iniziando il ciclo 24. Se così fosse l'attività magnetica solare dovrebbe aumentare sensibilmente nei prossimi anni regalandoci aurore boreali spettacolari com'è avvenuto fino a circa tre anni fa.
Il 13 febbraio 2011 è stata osservata, sulla superficie del sole, un'immensa "eruzione" proveniente da un gruppo di macchie solari denominato 1158. E' la più imponente "eruzione solare" degli ultimi 4 anni. Il flusso di energia ha provocato interferenze nelle telecomunicazioni in numerose zone dell'Asia, in particolare in Cina. A poche ore di distanza dall'inizio dell'evento sono state osservate spettacolari aurore polari a latidudini elevate in tutto l'emisfero boreale. Si tratta di un ottimo auspicio per i nostri viaggi di agosto. e per quelli di febbraio e marzo.

1 commento:

alessandra ha detto...

L'aurora boreale è uno spettacolo che lascia senza fiato...ho assistito per tre notti di seguito alla danza di cortine verdi e violette nel cielo di Tromso ( Norvegia) nel gennaio del 2007. La vera fortuna del principiante...