mercoledì 11 luglio 2012

Nuove sanzioni in Islanda per fuoristradisti indisciplinati

L'Islanda è il paradiso dei fuoristradisti. Esistono piste che raggiungono luoghi di bellezza inimmaginabile, che permettono di attraversare torrenti ed incontrare ogni tipo di fondo stradale. Chi si avventura in questi luoghi deve sapere che, nonostante le piste siano segnalate e mantenute dal Governo, può essere molto pericoloso avventurarsi lungo questi percorsi. Agli automobilisti è richiesto il rispetto di alcune regole elementari, prima fra tutte quella di non uscire dai percorsi tracciati. Guidare su terreno vergine in Islanda crea un danno enorme. I solchi lasciati dai pneumatici restano impressi sul sottile e soffice strato di humus per l'eternità. La rottura dello strato di humus espone il terreno all'azione erosiva del vento che, in pochi anni, è capace di cancellare la vegetazione su superfici vastissime, proprio a partire dal solco lasciato dalle gomme.
Negli altopiani si incontrano cartelli che invitano a non uscire dai percorsi tracciati. Il messaggio è scritto in varie lingue, prima di tutto in italiano. "Vietato guidare fuoristrada" precede l'inglese e l'islandese. Non è un caso. E' il frutto dell'ignoranza con cui molti viaggiatori italiani affrontano gli altopiani d'Islanda.
Dal primo di maggio è in vigore un nuovo regolamento: la pena per chi esce dai tracciati prevede una sanzione a partire da € 2240,00 e l'arresto fino a 4 anni. Spesso ci si chiede come faccia la polizia ad individuare i trasgressori. Vari mezzi della polizia percorrono gli altopiani di giorno e di notte. Da qualche anno usano anche l'elicottero. Uscire dai percorsi tracciati non aggiunge nulla al divertimento e al senso di avventura. Le piste che attraversano gli altopiani sono già capaci di mettere in difficoltà o bloccare anche veicoli appositamente equipaggiati per affrontare i territori più estremi. Il terreno vergine, in molti casi, è talmente soffice da bloccare un veicolo dopo pochi metri. Anche nel caso in cui il veicolo riesca a procedere la velocità che può mantenere è talmente bassa da rendere semplicemente non divertente guidare in quelle condizioni. Restare con la macchina bloccata negli altopiani è un'esperienza drammatica. Possono essere necessari giorni prima che qualcuno sia in grado di portare soccorso e il recupero del veicolo comporta costi di gran lunga superiori al valore della macchina.
Nei nostri percorsi raggiungiamo i luoghi più isolati e selvaggi, percorriamo piste di tutti i tipi su ghiaia, terra battuta e sabbia, guadiamo torrenti. Non c'è alcuna necessità di uscire dalle piste tracciate. Se lo fai crei un danno di cui, forse, non ti rendi conto. Se vai in Islanda da solo, pensaci. Non uscire dalle piste tracciate.
http://www.ust.is/default.aspx?PageID=86d36e1a-3c9e-47d1-87d8-b5c5ebced0fc
http://www.icelandreview.com/icelandreview/daily_news/Laws_on_Off_road_Driving_Amended_0_391633.news.aspx

Nessun commento: