sabato 22 marzo 2014

Oggi sposi, in Islanda! - Just married, in Iceland!

Avevamo accennato in questo post di tre mesi fa ad una nuova sfida "matrimoniale" a cui ci stavamo preparando: non l'organizzazione di un viaggio di nozze, ma di un matrimonio vero e proprio, cerimonia compresa, in Islanda.
Avventura suggestiva e coinvolgente sin dalla stesura delle prime idee, poi la definizione di un itinerario molto originale tutto incentrato su una regione - la Penisola di Snæfellsnes - estranea alle classiche rotte turistiche, ma ricchissima di paesaggi straordinari e densa di significato storico e spirituale per il popolo islandese. La scelta degli alloggi - i migliori disponibili - con un occhio di riguardo per strutture raccolte e a calda conduzione familiare, la scelta di collaboratori locali sensibili ed entusiasti, poi la definizione dei dettagli che, secondo noi, hanno fatto la differenza: decorazioni ad opera di artigiani locali, servizi di catering gestiti da chef e osti orgogliosi di offrire il meglio della loro tradizione, ma capaci di renderla appetibile anche a chi arriva da molto lontano, i ragazzi di Sólheimar che hanno lavorato per noi affinché non mancassero "gadgets" da conservare come piccole opere d'arte (anche perché sai che storia hanno). Un paese, Stykkishólmur, 1240 anime, che per 48 ore è stato "tirato giù dal letto" invernale e rianimato in servizi, albergo, ristoranti, musei, botteghe artigiane che mai avrebbero pensato di aprire i battenti a metà febbraio. Grazie a Stykkishólmur e ai suoi abitanti per averci fatto trovare aperti, per puro spirito di accoglienza e con tanto di guide preparate e sorridenti, i suoi tre musei cittadini chiusi da ottobre a maggio.
L'Islanda ha sorriso al nostro lavoro e si è presentata nel suo abito migliore: vestita di luce, un velo di neve fresca, due gocce di aurora boreale per la notte. Grazie, soprattutto a lei. E grazie agli sposi e ai loro ospiti che hanno condiviso con noi questa avventura dimostrando di aver colto ed apprezzato il nostro impegno, che si sono stupiti con noi, che non hanno lesinato sorrisi e complicità.
Per noi è stato un viaggio indimenticabile.
Takk fyrir.
90° EST
Three months ago we mentioned a new challenge we were planning in Iceland. Not a regular tour, not a honeymoon but a real wedding tour including the ceremony. It was a charming and engaging adventure since the drafting of the first ideas , then the definition of a very original route all focused on a particulr region - the Snæfellsnes Peninsula - out of the traditional paths, but rich in extraordinary landscapes and dense in historical and spiritual significance for the Icelandic people. We chose the best available accommodation with an eye on intimate and family run hotels, we selected local, sensitive and enthusiastic suppliers and partners. The care for every detail made a difference: decorations by local artisans, catering services operated by chefs and innkeepers proud of offering the best of their tradition but also able to make it attractive to visitors from far away, the guys at Solheimar that worked for us so that we could provide our guests with gadgets to keep at home as small pieces of art (because they know their story). A town, Stykkisholmur, 1240 souls, that was revived for 48 hours: hotel, restaurants, museums, craft shops that would never have thought to open their doors in mid-February. Thanks to Stykkishólmur and its inhabitants for opening their three small museums, usually closed since October to May, just for pure spirit of hospitality and generosity. And thanks to their experinced and gentle guides.
Iceland smiled at our work and showed us her best and brightest dress, a thin layer of fresh snow, two drops of northern lights for the night.
Thank you, Iceland. And thanks to the newlyweds and their guests who experienced this adventure with us, who noticed and appreciated our efforts, who marvelled with us sharing smiles and complicity.
It was an unforgettable trip.
Takk fyrir.
90° EST






















Nessun commento: