giovedì 9 novembre 2017

La distribuzione dei terremoti in Islanda, oggi

L'Icelandic Met Office ci fornisce oggi due immagini molto interessanti. Si tratta della distribuzione geografica dei terremoti nelle ultime 48 ore. Tranquilli, sebbene sembrino tanti, è un giorno qualsiasi in Islanda. Sono terremoti di bassa energia, non percepibili dall'uomo. Ogni giorno in Islanda se ne registrano decine.
La particolarità delle immagini odierne è quella di evidenziare un interessante allineamento degli epicentri dei sismi che si sono verificati nella regione del grande ghiacciaio Vatnajökull nelle ultime 48 ore. Sono tutti allineati lungo un tracciato rettilineo di circa 80 km che collega quattro vulcani attivi. Da Sud Ovest verso Nord Est si tratta di Grímsvötn, Bárðarbunga, Holuhraun e Askja.
La possibile correlazione genetica fra questi vulcani è oggetto di studio da ben prima dell'eruzione di Bárðarbunga (agosto 2014 - febbraio 2015) e rappresenta oggi uno dei più interessanti e promettenti "laboratori" naturali per la vulcanologia. Centinaia fra sensori, sismografi e stazioni GPS gestiti da università di tutto il mondo stanno oggi "ascoltando" il sottosuolo per cercare di carpire informazioni essenziali alla comprensione di alcune dinamiche. Per chi "mastica" di questi argomenti, l'indagine riguarda in particolare l'interazione fra attività vulcanica della dorsale oceanica con quella di hot spot, la propagazione in profondità del magma lungo i dicchi e, last but not least, la possibilità di prevedere eruzioni e terremoti in questo e altri contesti geodinamici simili :)
Durante i viaggi estivi di 90° EST frequentiamo almeno due di questi vulcani: Askja e Holuhraun.

Paolo Cortini - 90° EST


1 commento:

Anonimo ha detto...

There's certainly a lot to know about this topic. I really like all of
the points you made.